FORTUNA

Naufragio all’inverso

Piergiorgio Milano

  • Tipo di evento

    Circo contemporaneo

  • Data 1

    venerdì 19 luglio ore 20.45

  • Data 2

    sabato 20 luglio ore 20.45

  • Durata

    50 minuti

  • Ingresso

    Ingresso int. 12€ - rid. 5€ under 16 anni

  • Età

    Per tutti

Il mare non è uomo nè donna, nè maschio nè femmina.
Il mare è un sentimento di lotta come la gioventù o di pace eterna e serena.
Il mare è un’ anima spiegata senza confini.
Dalle onde nascono i giganti, dai pesci le sirene, dalle incerte trasparenze i mostri e le visioni.
Il mare non assomiglia a niente, Il mare è l’origine, l’aria è solo un liquido rarefatto, il mare trionfa anche sulla terra. Possiamo sentire, in certi istanti benedetti, l’acqua che diviene una sensazione onnipresente. Così si avvera il sogno di ritornare al mare. Scoprire quante ombre fanno una notte, e quante notti hanno limato il volto perfetto della luna, comprendere finalmente se la solitudine ha un fondo e quanta acqua serve per riempirla.
Il mare amante della notte e dei suoi frammenti di luce, stelle, lampare lanterne dei pesci lanterna. Qui il sogno cattura il lampo, ferma il bagliore dimentica la via del ritorno.
Il mare è l’idea massima di libertà infinita ed insieme un senso dolce di attaccamento alle radici, un miracolo che unisce la paura e l’ardimento, la leggerezza di osare ed il peso di vivere. Dentro il mare esiste tutto ed il contrario di tutto.
Il mare è la vita, le cose di cui ci parla sono il mondo. E di fronte al suo canto di forza colossale opponiamo una resistenza tenera e disperata, appesi a un filo di sogno, in sospeso sull’onda, come scogli stretti in un pugno liquido, e benchè l’oggetto del nostro sguardo sia uguale da millenni, rifugiamo gli occhi nelle stelle del cielo con il cuore ridotto a un atomo.

Un viaggio in mare, la magia della scoperta, l’eccitazione della partenza e la resistenza di fronte alla forza della natura: Fortuna è l’ultimo, immersivo lavoro del coreografo Piergiorgio Milano, un film che si riavvolge dalla fine, quando ricordi e speranze si condensano in un flusso enigmatico di eventi ed emozioni. Lo spettacolo intreccia diverse storie, attraverso la fusione di danza, circo, scultura, narrazione e musica. Un paesaggio sonoro che travolge il pubblico in un mondo marino, evocato dal fruscìo delle onde e dai canti di tradizioni ancestrali che si rinfrangono in un ambiente plastico, altamente immaginifico, teso tra installazione e visione fluttuante. Con Fortuna Piergiorgio Milano ci risucchia, come un mare in tempesta, nelle profondità dell’abisso, a bordo di una nave che segna la vita, le aspirazioni e i sogni dei suoi passeggeri. Un’esperienza mitica e leggendaria, ma che odora allo stesso tempo di presente, tanto brillante, quanto drammatico. Un viaggio tra memorie e suggestioni, tra lo slancio del cambiamento e la risacca della resilienza.

Ideazione, direzione e coreografia: Piergiorgio Milano
Performer: Viviane Miehe, Piergiorgio Milano
Musiche originali dal vivo: Steeve Eton
Costumi: Carine Grimonpont
Scenografia: Piergiorgio Milano
Costruzione struttura: Florian Wenger Supervisione struttura: Louis Schwartz
Luci: Alberto Ciafardoni
Con l’indispensabile aiuto di: Florent Hamon
Un ringraziamento speciale a: Lucia Brusadin, Mad Beltrami e Claudio Stellato
Produzione: Marta Gallo – Gelsomina
In collaborazione con: Fondazione Luzzati Teatro della Tosse, Electropark, Posidonia Green Project

 

Con il sostegno di: Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ART~WAVES. Per la creatività, dall’idea alla scena

 

E con il sostegno di: Flic scuola di circo / SURREALE Residenze di Circo Contemporaneo, Cambiaso Risso Marine, Finsea, Rimorchiatori Riuniti, Ignazio Messina, Gruppo Cauvin, Cressi Sub, Molo Vecchio Marine Yacht Supplies, Play Juggling

 

Grazie a: Comune di Albissola Marina, Comune di Avigliana, Moncirco, Apnea Center, Drafinsub, Vienna Brignolo, Giovanni Maia, Luca Lugari, Clara Storti, Elisa Melis, Chiara Cardona, Antonio Arnone, Enrica Boringhieri, Giorgio Distante, Valerie Doucet, Chiara Fasano, Sait Kruger, Enrica Rebaudo, Raphael Lamy, Quentin Alart, Mathias Combes, Quantum Sails, Federico Traverso, Association Eureka, Roberto Tomasinelli, Camilla Cerretti.

Piergiorgio Milano

Piergiorgio Milano, artista trasversale formatosi tra l’Italia la Francia; Ha iniziato a produrre spettacoli e progetti transdisciplinari fondando un proprio collettivo a partire dal 2015 dopo una solida carriera come interprete a livello internazionale in cui ha collaborato, tra gli altri, con professionisti del calibro di James Thierre, Sidi Larbi Cherkaoui, David Zambrano. Tra le prime creazioni realizzate e firmate in questi nove anni, le più significative sono sicuramente “Denti” vincitrice di Mas Danza competition 2009, Baltic Dance Competition 2011, Factory dance prize 2012, “Pesadilla” vincitrice del Premio Equilibrio nel 2015 e spettacolo candidato nell’ambito del Festival d’Avignon per il Premio della Critica e come Miglior spettacolo di Circo Belga 2017. Con questo lavoro Milano approfondisce quella che sarà una linea autoriale che ricorre in diverse sue opere e che drammaturgicamente si allinea con quella che viene definita la “divertente tragedia”. Lui stesso ne parla cosi “𝗜𝗹 𝘁𝗿𝗮𝗴𝗶𝗰𝗼𝗺𝗶𝗰𝗼 è 𝘀𝗲𝗺𝗽𝗿𝗲 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗶𝗹 𝗺𝗼𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗳𝗼𝗻𝗱𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗺𝗶𝗲 𝗰𝗿𝗲𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶… 𝘀𝗮𝗽𝗲𝗿 𝘀𝗱𝗿𝗮𝗺𝗺𝗮𝘁𝗶𝘇𝘇𝗮𝗿𝗲 𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝗹𝗲 𝘀𝗶𝘁𝘂𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗽𝗶ù 𝗱𝗶𝗳𝗳𝗶𝗰𝗶𝗹𝗶 𝗲 𝗮𝗳𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗮𝗿𝗲 𝗹𝗲 𝗰𝗼𝘀𝗲 𝗽𝗶ù 𝘁𝗿𝗲𝗺𝗲𝗻𝗱𝗲, 𝘁𝗿𝗼𝘃𝗮𝗿𝗲 𝗹𝗮 𝗳𝗼𝗿𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗶𝗿𝗼𝗻𝗶𝗮 𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘁𝗿𝗮𝗴𝗲𝗱𝗶𝗮”. Un punto di svolta decisivo in ambito produttivo è la creazione di “WhiteOut”, realizzato in due versioni di cui l’ultima, messa in scena nel 2021, ha affrontato con successo i più importanti palchi europei e non.